Sarà un anno bellissimo (cit.)

Il diavolo si annida nei dettagli, lo diceva sempre mia nonna. E mi è stato ancora più chiaro ieri sera, quando dopo mesi di imbarazzanti prove costume Salvini si è presentato sul palco di Sabaudia in camicia bianca e cravatta. Una cravatta, al mare, lui che non ci ha risparmiato nulla sul fronte di felpe, panze nude, dress code improbabili. Una cravatta, al mare, per dire che qualcosa si era rotto. Una cravatta, come qualsiasi commenda di buon ordine il giorno della promozione, che tira fuori il vestito buono per le feste. Perché è indubbio che comunque lui pensi aver vinto.

Aver spolpato vivo il movimento in poco meno di dodici mesi, con metodica e certosina precisione.

Aver eluso con altrettanta perizia tutti i temi sostanziali di questa nazione, aver bloccato l’agenda su un unico tema: immigrazione. L’unico terreno che sapeva essergli fertile per pasturare la folla, (leggi anche qui “Non pasturare la bestia”) per sostituire nel cuore degli italiani e delle italiane incazzate il vaffa cavalcato dal m5s. Eludendo bellamente temi quali il lavoro la crisi la finanziaria.

In meno di un anno. Un anno che doveva essere “bellissimo” e che si è invece trasformato in un incubo. Il paese reale, quello fuori onda, piombato in recessione, annichilito nella prospettiva futura, retrocesso dalle prime fila dell’Europa.

E se pensi che a Roma cravattaro è il termine che si riserva agli strozzini, quelli che ti approcciano, ti avvicinano quando sei in difficoltà, per darti una boccata di ossigeno quando sei in debito, salvo poi “strozzarti” alla prima occasione utile…non puoi non notare una simbologia…

Per comunicare il nuovo corso sceglie una cravatta e una città di fondazione, tirata su in poco più di 250 giorni, tanto quanto gli sono stati necessari per annientare il Parlamento….Simboli, perché mai come in questa era impazzita la politica è comunicazione.

E non ha importanza se manchino una manciata di minuti alla caduta del governo oppure no…ora il più sarà mandarlo a casa!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...