#diariominimo 13/03/2020 L’ Italia (le) cantò

E ad un certo punto oggi la musica ha iniziato a spargersi nell’aria.

Balconi, terrazzini, città per città….tutti così…core a core. C’era troppo silenzio nell’aria, è stata come una reazione potente, un fiume in piena che spinge contro la diga e poi scorre veloce tra vicoli e piazze.

Ora ditemi, voi da quanto tempo non cantavate, così senza motivo? Così, senza pensiero, a finestre aperte….

E’ stato surreale ma bello. Così come è bella la lunga maratona #litaliachiamò su YouTube, in tante e tanti del mondo dello spettacolo, della cultura, delle arti a testimoniare di esserci, la più grande maratona streaming di tutti i tempi, per raccontare l’Italia che resiste con coraggio, talento e determinazione.

In un caso e nell’altro oggi è andata in scena non tanto la reazione, quanto la nostra necessità di essere ancora comunità.

Comunità che è sì cara …

Deve avere, invece, le idee un po’ confuse in tema di comunità la Governatrice della BCE che ieri nel tardo pomeriggio si è lasciata sfuggire una frase che è suonata durissima nei confronti dell’Italia. Una gaffe che è costato un crollo in borsa e la reazione immediata del nostro Presidente della Repubblica che in maniera inusuale ha tuonato contro le scellerate parole della Governatrice. Sono seguite le scuse e aperture di credito nei confronti dell’Italia, ma rimane il sospetto che forse di gaffe non si è trattato. Tra le tante teorie complottiste che ho letto in queste ore ce ne sono alcune interessanti (ma ne scriverò domani)

Hanno invece le idee chiare i Cinesi in fatto di comunità. Ora che stanno chiudendo i loro conti con il covid19, hanno iniziato a tendere la mano a chi come noi è nel pieno della tempesta e stanno inviando al nostro paese aiuti importantissimi. C’è da stare muti e zitti, e con le parole ricacciare in gola anche tutte le invettive che abbiamo tirato addosso ai cinesi, quando ancora non sapevamo che il mostro era tra di noi.

Comunità. Come sempre il valore delle cose lo riconosci quando non le hai più a portata di mano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...