#diariominimo 15/03/2020 The Pope

Poco da dire. La domenica si è consumata lentamente. L’isolamento non é tanto il tempo vuoto, perché poi quello si riempie da sé, tra Alexey che fa prove di chitarra, mellofono ed ogni altro strumento buono a tirare fuori note e musica, e Tatiana che inventa, crea, colora.

Photo @Ansa

Oggi lei ed io indossiamo una bandana, stile pirata dei Caraibi, a lei sta decisamente bene, a me serve per contenere i ricci che vanno come vogliono in assenza del parrucchiere.

Dicevo l’isolamento, non é tanto il tempo, quanto l’impotenza nel poter fare qualcosa mentre vedi donne ed uomini che allo stremo stanno facendo tutto quello che possono per arginare questa #bestia.

Ma a noi tocca questo, stare a casa e va bene così, é la nostra parte.

Poi c’è chi in tutto questo caos, intralcia, fa come gli pare, esce, va a correre o come il Presidente della #regionelombardia che siccome il Governo gli ha detto che per l’Ospedale della Fiera doveva aspettare, é andato per conto suo e ha chiamato Bertolaso #ghepensmì

E poi c’è invece chi si attiene al suo “mestiere”, non intralcia, fa quello che deve, attraversa a piedi una Roma deserta, curvo sotto il peso degli affanni di donne e uomini che in questi giorni tengono tra le braccia il Paese, cammina per andare a pregare ai piedi di una croce custodita in una chiesa di Via del Corso, una croce miracolosa, a San Marcello, che é lì dai tempi della peste. #ThePope

(photo #ansa)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...